• D FSBA1 Assegno ordinario, giornate aggiuntive, integrazione al reddito


    Chi può accedervi
    Tutti i lavoratori che hanno almeno 90 giornate di anzianità aziendale, esclusi i dirigenti e i lavoranti a domicilio, la cui impresa è in regola con i versamenti. Vi è anche un vincolo per l’impresa di almeno 6 mesi di versamenti. Le imprese che non hanno usufruito di prestazioni FSBA nel biennio, o che nel biennio hanno usufruito delle prestazioni per Assegno Ordinario senza esaurirle. Sono escluse quelle imprese che hanno usufruito dell’Assegno di Solidarietà nell’ultimo biennio mobile.
    Contesto aziendale
    L’accordo sindacale che deve essere sottoscritto, deve riscontrare per l’impresa uno dei seguenti casi:
    1. situazione aziendale dovuta ad eventi transitori non imputabile all’impresa o ai dipendenti, ivi comprese le situazioni climatiche;
    2. situazioni temporanee di mercato;
    Le situazioni climatiche sopra citate sono quegli eventi di carattere eccezionale a cui corrispondono provvedimenti amministrativi da parte delle Autorità competenti.
    La transitorietà e la temporaneità sopra citate escludono situazioni che vanno verso la cessazione dell’attività e il licenziamento dei lavoratori sospesi, infatti è sempre prevista la ripresa delle attività aziendali al termine della sospensione. Sono gestibili non solo giornate a zero ore, ma anche situazioni di riduzione di orario.
    La prestazione FSBA (art.4 Reg. FSBA)
    FSBA mette a disposizione di ogni impresa un numero definito di giornate nel biennio mobile, dimensionato sulla distribuzione dell’orario di lavoro:
    1. 100 giornate di effettivo utilizzo per l’orario di lavoro distribuito su 5 giorni;
    2. 120 giornate di effettivo utilizzo per l’orario di lavoro distribuito su 6 giorni;
    Le giornate sopra indicate, sono computate su base aziendale, a prescindere dal numero di lavoratori coinvolti
    Come fare
    Il portale ABACO (previa registrazione) consente all’impresa, o alla sua consulenza, di adempiere a tutte le richieste informative necessarie alla preparazione dell’accordo che andrà sottoscritto dalle parti. L’accordo può avere una durata massima di 20 settimane. Adempiute le richieste informative, che il portale ABACO propone, fra le quali l’apposizione del “codice identificativo - Ticket (codice di 16 caratteri alfanumerici), prelevato dal portale INPS al servizio web presente sui servizi delle aziende e consulenti sotto la voce “Uniemens”, è possibile inviare la bozza dell’accordo alle OO.SS. competenti e, una volta sottoscritto, allegarlo alla pratica aperta su ABACO. L’invio telematico avverrà con la conclusione delle procedure previste sul portale e l’accordo stesso sarà disponibile al Comitato di Bacino, che è chiamato ad esprimere un vincolante parere di conformità.
    ABACO verifica il rispetto dei 14 giorni tra l’inizio dell’accordo e la sua chiusura telematica (terminazione).
    ABACO provvede alla trasmissione dell’accordo a FSBA e riporta la protocollazione avvenuta.
    Come richiedere le prestazioni previste
    Al termine di ogni periodo di paga, entro il 20 del mese successivo, va presentata sul portale di ABACO la rendicontazione di quanto utilizzato tramite importazione dei dati UNIEMENS allegando inoltre i LUL di tutti i dipendenti, non solo quelli compresi nell’accordo al fine di riscontrare le condizioni poste.
    Come richiedere 10 giornate aggiuntive previste dal regolamento FSR 2020 art. 17 
    Il regolare versamento ad EBER/EBNA/FSBA consente alle imprese di fruire di 10 giornate aggiuntive secondo quanto previsto nel regolamento FSR 2020.
    Le 10 giornate previste, in aggiunta ad FSBA, sono aziendali e possono essere utilizzate solo dopo aver consumato almeno il 50% delle giornate di sospensione ordinaria.
    Il singolo dipendente può fruire di un massimo di 5 giornate nel limite delle 10 aziendali.
    Questa prestazione, può essere utilizzata in sede di rendicontazione per:
    1. Ottimizzare l’utilizzo delle giornate di FSBA ancora disponibili;
    2. Coprire una sospensione avendo terminato le giornate disponibili di FSBA.
    Opzionando tale opportunità, in sede di rendicontazione, le giornate coperte con questa prestazione non saranno inviate a FSBA, salvaguardando così la disponibilità residua; ricordiamo che questo è un mero intervento di natura economica privo della copertura contributiva per cui in sede di rendicontazione ABACO ne impedirà il suo utilizzo per coprire un’intera settimana lavorativa.
    In fase di rendicontazione sarà possibile scegliere se la giornata da rendicontare debba essere assegnata ad intervento FSBA oppure alla prestazione “10 giornate aggiuntive”, con l’accortezza di non rendicontare, a carico delle giornate aggiuntive, una settimana completa di sospensione, al fine di evitare scopertura contributiva settimanale.
    Come ottenere l’ulteriore integrazione al reddito prevista dal regolamento FSR 2020 art. 17
    A fine anno il sistema calcolerà autonomamente quante settimane consecutive di sospensione FSBA siano state effettuate dal singolo lavoratore e, al superamento delle 4 settimane, provvederà all’erogazione di quanto definito.
  • D FSBA2 Assegno di solidarietà


    Chi può accedervi
    L’impresa che abbia iniziato a versare regolarmente da almeno 6 mesi.
    Tutti i lavoratori che hanno almeno 90 giornate di anzianità aziendale, esclusi i dirigenti e i lavoranti a domicilio, la cui impresa è in regola con i versamenti.
    Le imprese che non hanno usufruito di prestazioni FSBA nel biennio, o che nel biennio hanno usufruito delle prestazioni per Assegno di solidarietà senza esaurirle.
    Sono escluse quelle imprese che hanno usufruito dell’Assegno Ordinario nell’ultimo biennio mobile
    Contesto aziendale
    L’accordo sindacale che deve essere sottoscritto, è finalizzato ad evitare licenziamenti plurimi individuali per giustificato motivo.
    L’accordo deve prevedere le quantità orarie di riduzione e le modalità di gestione, nell’ambito di due parametri massimi:
    60% dell’orario di lavoro ordinario dei lavoratori coinvolti nel periodo definito in accordo (giorno, settimana, mese),
    70% orario di lavoro del singolo lavoratore nell’arco dell’accordo
    La prestazione
    FSBA mette a disposizione di ogni impresa un numero definito di giornate nel biennio mobile, dimensionato sulla distribuzione dell’orario di lavoro:
    1. 130 giornate di effettivo utilizzo per l’orario di lavoro distribuito su 5 giorni;
    2. 156 giornate di effettivo utilizzo per l’orario di lavoro distribuito su 6 giorni;
    Le giornate sono computate su base aziendale, a prescindere dal numero di lavoratori coinvolti.     
    Come fare
    Il portale ABACO (previa registrazione) consente all’impresa o alla sua consulenza di adempiere a tutte le richieste informative necessarie alla preparazione dell’accordo che andrà sottoscritto dalle parti.
    L’accordo può essere sottoscritto per un periodo non inferiore a tre mesi e non superiore a 26 settimane.
    Adempiute le richieste informative, che il portale ABACO pone, fra le quali l’apposizione del “codice identificativo – Ticket” (codice di 16 caratteri alfanumerici), prelevato dal portale INPS al servizio web presente sui servizi delle aziende e consulenti sotto la voce “Uniemens”, è possibile inviare la bozza dell’accordo alle OO.SS. competenti e, una volta sottoscritto, allegarlo alla pratica aperta su ABACO. L’invio telematico avverrà con la conclusione delle procedure previste sul portale e l’accordo stesso sarà disponibile al Comitato di Bacino, che è chiamato ad esprimere un vincolante parere di conformità.
    ABACO verifica il rispetto dei 14 giorni tra l’inizio dell’accordo e la sua chiusura telematica (terminazione).
    ABACO provvede alla trasmissione dell’accordo a FSBA e riporta la protocollazione avvenuta.
    Come richiedere le prestazioni previste
    Al termine di ogni periodo di paga, entro il 20 del mese successivo, va presentata sul portale di ABACO la rendicontazione di quanto utilizzato tramite importazione dei dati UNIEMENS allegando inoltre i LUL di tutti i dipendenti, non solo quelli compresi nell’accordo al fine di riscontrare le condizioni poste.
  • D FSBA3 Sospensione COVID 19


    Chi può accedervi
    I lavoratori delle imprese che abbiano interruzioni della attività produttiva a seguito delle difficoltà generate da Coronavirus.
    Contesto aziendale
    L’accordo sindacale che deve essere sottoscritto, deve riscontrare per l’impresa la seguente causale: COVID 19 Coronavirus
    La prestazione FSBA
    Si tratta di una prestazione straordinaria definita dalle Parti Sociali Nazionali con accordo del 26 febbraio 2020 ed ha le seguenti caratteristiche:

    Sono previste 100 giornate (120 se il lavoro è su sei giorni settimanali) di sospensione lavorativa per azienda nel biennio mobile, fruibili analogamente a quelle previste dall’accordo per assegno ordinario (vedi D FSBA1).
    Gli accordi sono fruibili mensilmente fino a diversa indicazione.
    Queste giornate sono neutre rispetto a quelle previste per assegno ordinario o assegno di solidarietà.E’ possibile richiedere la prestazione COVID 19 anche se nel corso del corrente biennio si sia chiesta e sia conclusa una prestazione di assegno di Solidarietà. Non è possibile mettere in sospensione COVID 19 lavoratori oggetto di accordi di assegno ordinario o di solidarietà ancora in corso.
    L’imprenditore deve allegare all’accordo una autodichiarazione di collegamento al Coronavirus.
    I lavoratori coinvolti possono essere quelli in forza prima del 26 febbraio.
    Le aziende di nuova costituzione, ovvero che hanno assunto per la prima volta dipendenti, possono comunque accedere alla prestazione straordinaria COVID 19 dimostrando la regolarità dei versamenti da quando dovuti.
    La prestazione è accessibile, come prassi, tramite il portale ABACO entrando con le proprie credenziali in gestione aziende, gestione accordi e prestazioni, FSBA, Sospensione COVID 19.

  • D FSR1 Eventi di forza maggiore


    Chi può accedervi
    La prestazione è concessa a tutti i dipendenti presenti in azienda, anche quelli con un’anzianità aziendale inferiore alle 90 giornate.
    Contesto aziendale
    La prestazione si attiva nel momento in cui la produzione si deve temporaneamente interrompere per eventi di forza maggiore, ovvero per interruzione di energia elettrica, in quanto praticamente indispensabile per qualsiasi tipo di attività produttiva, ma anche per interruzione di gas e acqua, quando queste siano indispensabile per le attività produttive.
    L’interruzione deve essere di natura temporanea, ovvero non raggiungere la giornata lavorativa, e improvvisa, ovvero non altrimenti programmabile né gestibile.
    Interruzioni di maggiore durata vanno gestite con FSBA Assegno di sospensione.
    La prestazione
    EBER copre l’80% della retribuzione oraria relativa alle interruzioni subite, per un massimo di 24 ore annue, fruibili in frazioni ma non per l’intera giornata; l’intera giornata è coperta da altro strumento.
    La prestazione, proprio per la sua natura improvvisa e temporanea, non necessita di alcun accordo ma va documentata l’interruzione con una certificazione da parte del gestore.
    Come fare
    Il portale ABACO (previa registrazione) consente all’impresa o alla sua consulenza di adempiere a tutte le richieste informative necessarie alla preparazione della documentazione da allegare alla richiesta. Come è già stato detto non necessita alcun accordo ma occorre la dichiarazione dell’Ente gestore.
    La richiesta di intervento, che va presentata su ABACO entro 90 giorni dall’evento, contiene già gli elementi necessari alla liquidazione della prestazione che avviene nei tempi previsti dal Regolamento Regionale Fondo Sostegno al Reddito.
  • D FSR2 FSBA Commercio, giornate aggiuntive


    Chi può accedervi
    Solo quelle imprese non artigiane che per vincolo contrattuale siano aderenti a EBNA e versino la quota di FSBA non potendo aderire al FIS per dimensione aziendale (fino a 5 dipendenti). L’impresa deve aver provveduto al versamento FSBA per almeno 6 mesi negli ultimi 12, e al momento della richiesta non deve versare al FIS, questo limite è stato introdotto a salvaguardia delle imprese che, per superamento del limite dei 5 dipendenti, siano tenute al versamento al FIS e, conseguentemente, in caso di bisogno, al suo utilizzo.
    Sono ammessi tutti i lavoratori che abbiano almeno 90 giornate di anzianità aziendale, esclusi i dirigenti e i lavoranti a domicilio.
    Vi è anche il vincolo, sopra richiamato, per l’impresa, di almeno 6 mesi di versamenti.
    In questa fase di emergenza sono previsti i limiti degli accordi Covid 19: dipendenti assunti prima del 26 febbraio 2020 ed aziende regolari indipendentemente dai 6 mesi di versamento.
    Contesto aziendale
    L’accordo sindacale che deve essere sottoscritto, deve riscontrare per l’impresa uno dei seguenti casi:
    1. situazione aziendale dovuta ad eventi transitori non imputabile all’impresa o ai dipendenti, ivi comprese le situazioni climatiche;
    2. situazioni temporanee di mercato
    Le situazioni climatiche sopra citate sono quegli eventi di carattere eccezionale a cui corrispondono provvedimenti amministrativi da parte delle Autorità competenti.
    La transitorietà e la temporaneità sopra citate escludono situazioni che vanno verso la cessazione dell’attività e al licenziamento dei lavoratori sospesi, infatti è sempre prevista, al termine della sospensione, la ripresa delle attività aziendali.
    Sono gestibili non solo giornate a zero ore, ma anche situazioni di riduzione di orario.
    La prestazione
    La prestazione mutua quanto previsto per l’Assegno Ordinario da FSBA pur con qualche necessario adattamento.
    EBER mette a disposizione di tali imprese 30 giornate annue, coperte da una indennità pari a quanto previsto da FSBA per l’Assegno Ordinario.
    La prestazione, non avendo copertura previdenziale, deve obbligatoriamente prevedere almeno una giornata a settimana di rientro al lavoro, per raggiungere questo si può ricorrere anche a permessi e ferie.
    Come fare
    Il portale ABACO (previa registrazione) consente all’impresa o alla sua consulenza di adempiere a tutte le richieste informative necessarie alla preparazione dell’accordo che andrà sottoscritto dalle parti. L’accordo può avere una durata massima di 30 giorni e deve obbligatoriamente prevedere modalità di rientro settimanale al fine di mantenere la copertura previdenziale settimanale. Adempiute le richieste informative che il portale ABACO pone, è possibile inviare la bozza dell’accordo alle OO.SS. competenti e, una volta sottoscritto andrà allegato alla pratica aperta su ABACO. L’invio telematico avverrà con la conclusione delle procedure previste sul portale e l’accordo stesso sarà disponibile al Comitato di Bacino, che è chiamato ad esprimere un vincolante parere di conformità.
    ABACO verifica il rispetto dei 14 giorni tra l’inizio dell’accordo e la sua chiusura telematica (terminazione).
    Come richiedere le prestazioni previste
    Al termine di ogni periodo di paga, entro il 20 del mese successivo, va presentata sul portale di ABACO la rendicontazione di quanto utilizzato tramite importazione dei dati UNIEMENS allegando inoltre i LUL di tutti i dipendenti, non solo quelli compresi nell’accordo al fine di riscontrare le condizioni poste.
    Come richiedere 10 giornate aggiuntive
    Il regolamento FSR 2020 prevede che alle 30 giornate di sospensione previste per questa tipologia di imprese, possano essere aggiunte 10 successive giornate,  sempre calcolate aziendalmente (derivanti dal versamento EBNA). La gestione delle eventuali ulteriori 10 giornate, si riduce ad un mero fatto amministrativo che non ha alcuna ricaduta sulla materiale rendicontazione. Le 10 giornate possono essere utilizzate anche da un solo lavoratore, consumando così il plafond aziendale.
     
  • D FSR3 Integrazione al reddito di sospensione

    Si precisa che le prestazioni D FSR3 “Integrazione di Sospensione al reddito” non sono fruibili in caso di sospensione / Cassa Integrazione con causale COVID 19 ovvero derivanti da accordi con inizio dal 23 febbraio 2020: ricordiamo che le prestazioni D FSR3 “Integrazione di Sospensione al reddito” sono fruibili per accordi di tipo ordinario e non collegati all’emergenza COVID 19.

    Chi può accedervi
    Oltreché a lavoratori di imprese artigiane, che hanno effettuato giornate di sospensione FSBA (vedi D FSBA1) per almeno 4 settimane continuative, la cui modulistica include già questa possibilità, questa prestazione si rivolge ai lavoratori di imprese, aderenti ad EBER/EBNA, ma tenute al versamento di CIG o FIS, che abbiano effettuato almeno 4 settimane consecutive di sospensione lavorativa.
    Come fare la domanda
    Al termine del periodo di Cassa integrazione/sospensione FIS, occorre compilare modulistica EBER tramite ABACO, alla quale allegare l’accordo sindacale, cui si riferisce la sospensione, effettuato con le organizzazioni sindacali costituenti EBER. In assenza di accordo sindacale, effettuato con le organizzazioni sindacali costituenti EBER, la modulistica prevede la convocazione e sottoscrizione delle Parti sindacali costituenti EBER come per le normali pratiche di sospensione FSBA (vedi D FSBA1).
    Come richiedere la prestazione prevista
    Entro il 20 del mese successivo, va presentata sul portale di ABACO la rendicontazione di quanto utilizzato tramite importazione dei dati UNIEMENS allegando inoltre i LUL di tutti i dipendenti, non solo quelli compresi nell’accordo al fine di riscontrare le condizioni poste.